fbpx

Secondo Forbes, il 2017 è l’anno dei chatbot: come vengono utilizzati dalle aziende per aiutare i clienti?

Sono sempre di più le piattaforme di messaggistica istantanea che sfruttano le chatbot, ampliando le proprie caratteristiche e permettendo agli utenti di interagire con il bot tramite la chat. I più popolari a sfruttare questa tecnologia sono soprattutto Facebook Messenger e Telegram.

Lo sforzo degli sviluppatori è quello di programmare le chatbot in modo da permettere di fruire di diversi servizi attraverso un’unica app, mentre negli anni passati era necessario scaricare applicazioni dedicate.

Analizziamo alcuni degli utilizzi più comuni dei chatbot per le aziende:

IMPRESA

Le aziende possono ottenere dei grandi vantaggi nell’utilizzo dei bot per il proprio business. Vediamo in dettagli alcuni punti da prendere in considerazione:

  • vendere prodotti e servizi: se si è titolari di una piccola impresa, diventa difficile gestire tutte le mansioni e prendersi cura del cliente. Una soluzione potrebbe quella adotta dalla compagnia di abbigliamento H&M, che ha ideato un bot in grado di proporre, una volta effettuato un acquisto, un capo in abbinamento, secondo diverse fasce di prezzo;
  • semplificare i pagamenti: seguire passo a passo il cliente dal momento che ha inserito l’articolo nel carrello fino ad effettuare il pagamento. Può capitare che ci siano dei problemi ed è lì che la chatbot può intervenire e risolverli tempestivamente;
  • aumentare engagement: grazie ai chatbot è possibile coinvolgere in modo efficace i propri utenti;
  • acquisire informazioni: una delle abilità migliori dei chatbot è conoscere i consumatori, acquisendo dati e informazioni utili. E’ possibile monitorare gli articoli che visualizzano, che acquistano, i tempi di permanenza e rimbalzo tra le diverse pagine del sito;
  • aumentare produttività: per aiutare a capire se si sta vendendo qualcosa che interessa al pubblico i chatbot sono l’ideale. Essi possono chiedere direttamente ai clienti i prodotti più adatti a loro. Una volta raccolto i dati è possibile applicare delle strategie e aumentare così la produttività.

ECOMMERCE

Le chatbot possono essere utilizzate in quasi tutti i passaggi che portano a termine un acquisto online. Molto interessanti sono i bot che monitorano la variazione di prezzo tra diversi ecommerce come Pricetrackbot, oppure una chatbot che monitora la spedizione di ordine effettuato, come Trackbot.

Molti brand sono su Facebook per presentare e offrire i loro prodotti con lo scopo di vendere.

Su Facebook Messenger è presente un chatbot chiamato Bot Facebook, che permette a qualunque venditore in possesso di una pagina sul social di vendere i propri prodotti senza doversi appoggiare a una ecommerce, l’unico requisito è un account Paypal. Grazie al bot è possibile creare schede prodotto personalizzate e call to action all’acquisto, reindirizzando il cliente direttamente al pagamento tramite Paypal.

CUSTOMER CARE

Il customer care è il settore che traina il settore dei chatbot. Tante sono le aziende che utilizzano la piattaforma Facebook Messenger per rispondere alle richieste dei visitatori attraverso bot dedicati.

Il vantaggio del loro utilizzo sta nel risparmio economico e di forza lavoro in favore di un applicazione che esegue operazioni complesse in completa autonomia, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Potrebbe interessarti: Cosa sono i chatbot?

Vuoi approfondire l’argomento trattato in questo articolo? Contattami per una consulenza gratuita al numero 0141-094463 o compila il form sottostante.

Compila il modulo sottostante: sarò lieto di dare risposta ai tuoi quesiti al più presto possibile.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Con l’invio del presente modulo si acconsente al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto secondo le condizioni espresse nella pagina d’ informativa sulla privacy

Rispondi al seguente quesito:

WhatsApp chat