fbpx

Pratica sempre più diffusa per aumentare la visibilità del proprio sito web è l’ottimizzazione attraverso i motori di ricerca, attraverso il SEO.seo

Prerogativa di ogni sito web nei confronti dei motori di ricerca è apparire nei primi posti quando viene fatta una ricerca da parte dei clienti. Questa “visibilità” nei primi post del SERP (Search Engine Result Page) è fondamentale perché altrimenti si rischia di finire nel Deep Web ossia risorse informative non segnalate dai motori di ricerca. Per posizionare il sito web nei motori di ricerca di Google si fa uso alle tecniche SEO (Search Engine Optimization), con lo scopo di aumentare la visibilità, ottimizzare sito e contenuti e migliorarne la qualità, per fornire le informazioni più attinenti alla ricerca effettuata dall’utente.

I fattori che influenzano i motori di ricerca sono:

OTTIMIZZAZIONE ON PAGE

I contenuti del sito o della pagina web influenzano maggiormente il posizionamento nei motori di ricerca.
Attuare tecniche di SEO copywriting attraverso una scrittura orientata ai motori di ricerca, è il primo passo per posizionarsi in modo efficace:

  • Title Tag: titolo della pagina, è l’elemento più importante a livello SEO, ripreso nella SERP e dovrebbe contenere almeno 2 keywords (parole chiave);
  • Meta description: descrizione personalizzata del link del sito/pagina web che dovrà riprendere possibilmente la parola chiave, per essere ripescati nel SERP, persuadendo il cliente a cliccare;
  • Url: è l’indirizzo web della pagina, dovrà contenere kekwords rilevanti, sia per l’utente che per il motore di ricerca;
  • H1 Tag: è il titolo del primo paragrafo, da utilizzare nelle intestazioni (header) per tutti i contenuti delle pagine;
  • Corpo della pagina: tag che racchiude il contenuto navigabile nella pagina dove è importante che la keyword sia ripetuta almeno 3-4 volte (keywords density superiore al 2% ma senza esagerare) con buona distribuzione all’interno del testo;
  • Meta tag keywords: anche se non particolarmente rilevanti conviene comunque utilizzarli, da 3 a 4 chiavi.

FATTORI OFF PAGE

Esistono degli indicatori esterni alla pagina web che possono influenzare il posizionamento del sito internet:

  • Link popularity: il link acquisisce “popolarità” se viene linkato spontaneamente da altri siti web. Più un sito riceverà link più verrà ritenuto importante dai motori di ricerca. Il semplice concetto di ricevere più link ha poi subito un evoluzione portando all’introduzione del pageRank, un valore che tiene conto della quantità e della qualità dei link: più una pagina è linkata più pagerank avrà, ma ogni link avrà un peso diverso a seconda del pageRank del sito che lo inserisce. Quindi se un sito con PageRank alto linkerà il nostro sito, riceveremo molto più pagerank rispetto ad un link presente in un sito con pagerank basso;
  • Social Signals: o segnali sociali, indica il numero di condivisioni e apprezzamenti ricevuto da una pagina web all’interno dei noti contesti social, dove spicca Google+;
  • Autorevolezza: fattore che acquista rilevanza per Google e tiene conto dell’importanza dell’autore di un contenuto e viene misurato in base al numero di follower e della qualità degli aggiornamenti pubblicati all’interno del profilo di Google+.

HOSTING

Altro fattore da tenere bene a mente per un sito web è appoggiarsi a una infrastruttura performante che permetta un accesso stabile e veloce (gli utente si spazientiscono facilmente se il sito ha caricamenti lunghi). Dotarsi di server dedicati o semi-dedicati per non avere problemi.

LANDING PAGE

Elemento importante dei sito è la Landing Page o pagina di atterraggio: è una pagina web mirata a un flusso di traffico ben preciso (una campagna email o una pubblicità di un particolare whitepaper) e, poiché è mirata e propone un’offerta interessante in cambio della compilazione della form, riesce a convertire in leads una percentuale di visitatori più elevata di quanto non si possa fare in altri modi.

WhatsApp chat