fbpx

RTM o Real Time Marketing è un approccio al mercato che fa leva sulla capacità aziendale di rispondere velocemente ad eventi e stimoli esterni.

L’approccio da utilizzare per un RTM efficace deve partire da chiari obiettivi di business e richiedono accorgimenti organizzativi e tecnologici. Elementi importanti sono:

  • Focus sul tempo reale
  • Monitoraggio del comportamento degli utenti i quali ci mettono in continuazione a confronto con la concorrenza
  • Capacità di soddisfare velocemente una richiesta
  • Intercettare un bisogno e proporre una soluzione

I benefici che porta questa strategia sono molteplici, se ci fermiamo un attimo a riflettere, il RTM è oramai radicato nell’attività di web marketing oramai da decenni.
Messaggi di testo automatici, e-mail,  risultati di ricerca e annunci a pagamento, sono tutti esempi di RTM esistenti.
Tuttavia, la tendenza attuale nel Real time Marketing va verso un impatto più umano e meno automatizzato.

In questo momento stanno emergendo due forme di RTM:

  • Realizzazione a mano
  • Utilizzando trigger digitali (automatismi)

Le idee sviluppate sono spesso basate su contenuti e strategie social e i vantaggi del Real Time Marketing sono sia lato business che consumer, si ha da una parte la “persona” e dall’altra l’estrema personalizzazione, con un pizzico di sorpresa.

Per un brand, attivare una strategia di questo tipo significa aumentare menzioni positive ed una percezione migliore del prodotto o servizio.

La miglior percezione di chi realizza o fornisce il prodotto, porta non solo a creare un maggior interesse e considerazione, ma raccomandare ad altri quello che si è acquistato o sia ha intenzione di acquistare.

Il Real Time Marketing deve infondere una sensazione di piacere e sorpresa, dove l’interazione diventa più confidenziale e meno aziendale, dando una parvenza di spontaneità e dialogo con il cliente. Inoltre deve dare il messaggio giusto al momento giusto, raggiungendo il pubblico con tempestività.

I 6 casi del real-time analytics

Chi si avvicina a questo mondo deve partire dall’abc e questo grafico rappresenta una buona base per conoscere le sei tipologie di approccio al Real time marketing.

Possiamo avere un atteggiamento reattivo o proattivo e possiamo avere situazioni pianificabili (ad. esempio un evento) o non prevedibili come il customer care.

Real Time Marketing

Fonte: Altimeter

1) Brand Events (planned/proactive)

Un evento come il lancio di un nuovo prodotto, una conferenza, un incontro con i media ed eventi rivolti ai clienti, di “sondaggio”, sui vari canali, possono essere preparati in anticipo.

Durante questi eventi, il team deve creare annunci e reagire ai post previsti nei social media.

Il tutto deve avere un sapore fresco e autentico, piuttosto che confezionato in anticipo.

Esempio: Salesforce usa Facebook App per il live streaming dei suoi eventi.

Real Time Marketing

2) Anticipated Events (planned/proactive)

Un numero crescente di organizzazioni sono diventate abbastanza mature per applicare il Real Time Marketing a eventi in tempo reale che si possono prevedere in anticipo per coglierne le opportunità.

Esempio: Barilla nei mondiali di calcio 2014.

RTM_2_

3) Location Based (planned/reactive)

Grazie alle nuove tecnologie (Beacon, Geofence, etc) è possibile offrire sconti speciali e/o comunicazioni in tempo reale al cliente che entra nel nostro negozio o si trova nelle vicinanze.

“The Internet of Things” (l’internet delle cose) è emergente e grazie ai sensori distribuiti in tutto il nostro mondo fisico ci sono possibilità immense per il RTM. I marketers dovranno capire come bilanciare le aspettative e l’impegno in concomitanza con la privacy.

Eempio: Taco Bell che propone i propri ristoranti all’interno di Waze.

Real Time Marketing

 

4) Predictive Analytics (planned/reactive)

Un’altra relativamente piccola ma crescente area del RTM si basa su analisi predittiva.

Amazon ha utilizzato dati predittivi per un certo tempo per visualizzare le raccomandazioni ai clienti sulla base di navigazione e cronologia degli acquisti. Questa pratica sta lentamente venendo adottata nel campo del B2B, a volte in combinazione con soluzioni di marketing automation.

Questo ambito aumenterà sempre di più man mano che i dati saranno più accessibili e più approfonditi.

Esempio: Walgreens risponde ai check-in su Foursquare con dei coupon sconto.

Real Time Marketing

5) Customer Interaction (unplanned/reactive)

Le interazioni con i clienti possono assumere molte forme: CRM, customer service, gestione dei reclami, ecc.

Occorre stretto coordinamento tra il servizio clienti, la comunicazione e il marketing.

Attività che si basa sulla capacità di reazione del social media manager o dell’addetto al customer service.

Esempio di interazione tramite una live chat di una concessionaria di macchine, Bianco Auto.

Real Time Marketing

6) Braking news (unplanned/reactive)

Sono i casi di Real Time Marketing più conosciuti: parliamo di Newsjacking, ovvero sfruttare l’attenzione degli utenti su un determinato argomento o fenomeno (sociale, meteorologico ecc..) di rilevanza per trarne vantaggi per la propria attività o il proprio brand.

Una strategia di questo tipo, se ben attuata, può risultare una vera miniera d’oro per un’azienda.

Saper adattare un particolare evento o fenomeno ad una campagna di social media, facendo leva sull’attenzione e sul coinvolgimento emotivo delle persone in un determinato momento può portare, infatti, notevoli risultati in termini di brand awareness, brand reputation e soprattutto popularity.

Esempio: in seguito al black out delle luci al SuperBow del 2013 e quindi sospensione della partita per 34 minuti, lo slogan “Anche al buio puoi inzuppare” pubblicato in quegli istanti dall’azienda Oreo, ebbe una notevole risonanza, perchè moltissime persone stavano proprio commentando su Twitter e Facebook l’avvenimento.

Real Time Marketing

È facile intuire che il Real Time Marketing non si può improvvisare, ma richiede un approccio strategico, che comprende la definizione di procedure, la formazione di risorse e l’utilizzo di strumenti di Real Time Listening adatti a far emergere quelle informazioni che dovranno essere adeguatamente sfruttate per accaparrare i potenziali clienti, rendendo l’RTM un prezioso alleato per le aziende che lo utilizzano.

WhatsApp chat