fbpx

Jack Dorsey è un informatico e imprenditore statunitense, noto per essere il co-fondatore e CEO del social network Twitter, e fondatore e CEO di Square, compagnia che gestisce un sistema di pagamento tramite telefono cellulare. Con un patrimonio netto che si aggira intorno ai 1,2 miliardi di euro, nel 2008 la rivista Technology Review lo ha inserito nella lista dei 35 più importanti innovatori nel mondo sotto i 35 anni.

Gli inizi

Jack Dorsey è nato il 19 novembre del 1976 a St. Louis, nel Missouri, da padre operaio e madre casalinga. Jack aveva un difetto di pronuncia e isolato e taciturno a scuola, passava la maggior parte del suo tempo al computer e ad ascoltare le comunicazioni radio della polizia. Nel periodo in cui frequentava Bishop DuBourg School, intraprese un grande interesse verso la programmazione. All’età di 15 anni realizzò un software di comunicazione che fu successivamente usato da alcune compagnie di taxi.

La nascita di Twitter

Trasferito alla New York University seguì le orme dei più grandi imprenditori informatici come Bill Gates, Steve Jobs e Mark Zuckerberg… lasciò il college prima di ricevere la laurea.
Jack Dorsey si trasferisce quindi a Oakland, California, e nel 2000 inizia a lavorare in una società di spedizioni gestite via web. Nel mentre ebbe l’idea di realizzare un sito che unisse l’ampia portata dei software di spedizione con la facilità della messaggistica istantanea.

Jack Dorsey si rivolse a una società non più esistente della Silicon Valley chiamata Odeo per lanciare la sua startup. Fu così che Dorsey, insieme al dirigente Odeo Biz Stone e al suo co-fondatore Evan Williams, iniziarono la collaborazione e crearono la società Obvious, che cambiò poi nome in Twitter.

Nel giro di 2 settimane Dorsey aveva costruito un semplice sito in cui gli utenti posso inserire messaggi istantanei da 140 caratteri, noti in gergo come “tweets”.

Il primo tweet al mondo fu pubblicato dallo stesso Jack Dorsey il 21 marzo 2016: “just setting up my twttr” (”sto impostando il mio twitter”).  Dorsey è stato nominato ufficialmente direttore esecutivo della società e nel 2008 programmatore CEO di Twitter.

Il successo di Twitter

Inizialmente fu criticato e deriso come uno strumento superficiale e adatto a celebrare l’egocentrismo attraverso continui post sulla vita personale, da mostrare a tutto il mondo. Nei suoi primi giorni, il sito ha anche sofferto di frequenti interruzioni di servizio. Dopo un inizio stentato le critiche vennero messe a tacere grazie all’utilizzo della piattaforma da parte di celebrità e programmatori CEO come Dorsey.

Twitter diventa la piattaforma social più utilizzata dai candidati alle presidenziali negli Stati Uniti, come Barack Obama e John McCain nel 2008. Twitter è stato utilizzato e viene tutt’ora utilizzato come metodo di aggiornamento per i sostenitori di molti personaggi politici durante la campagna elettorale. A metà del 2008 Jack Dorsey diventa programmatore CEO del social network. Nel 2013 Jack Dorsey diventa a tutti gli effetti un imprenditore miliardario.

La piattaforma Square

Jack Dorsey di dedica anche a un altro progetto: la piattaforma Square. Uscita nel 2010, si tratta di un piccolo dispositivo a forma quadrata studiato appositamente per dispositivi mobili Apple e Android. Si utilizza con una semplice app gratuita da installare sul proprio device e consente di effettuare pagamenti e acquisti online, permette di scegliere l’importo da dare al destinatario o venditore con tanto di firma nella ricevuta. La società è passata da 10 dipendenti nel 2009, fino a un centinaio di dipendenti nel 2011. Nel settembre del 2012, la rivista Business Insider ha valutato Square per 3,2 miliardi di dollari.

WhatsApp chat