fbpx

Drew Houston è un informatico e imprenditore americano, fondatore e CEO di Dropbox, servizio di cloud storage, sincronizzazione automatica dei file, cloud personale e software client. Secondo la rivista Forbes, Drew possiede un patrimonio di 1.39 miliardi di dollari.

Dropbox

Gli inizi

Andrew W. “Drew” Houston è nato ad Acton, Massachusetts il 4 marzo del 1983. Trascorre un infanzia tranquilla nei sobborghi di Boston. Entrato all’università al Massachusetts Institute of Technology, ne esce laureato in scienze informatiche e ingegneria elettronica.

Nel 2003, appena 21enne e con gli studi ancora da terminare, decide di mettere su una start-up insieme al suo amico Andrew Crick, per aiutare gli studenti a prepararsi per il SAT, test attitudinale diffuso negli Stati Uniti, molto richiesto e riconosciuto per l’ammissione ai college. I due fondarono Accolade Group ma non ebbe affatto successo così decisero di sciogliere la società e di ritornare ognuno alle proprie vite.

La nascita di Dropbox

La geniale idea di pensare a un servizio di cloud e backup come Dropbox è avvenuta quasi per caso. Siamo nel 2006 e Houston è su un autobus per andare da Boston a New York. Ha un portatile e deve completare un lavoro quando si accorge di aver dimenticato le preziose chiavette usb con i dati importanti sopra. Sconfortato e arrabbiato per l’accaduto decide di programmare un sistema per sincronizzare i file sul web: quel sistema diventa già funzionante nel pomeriggio! Nasce così Dropbox (sito).

Dropbox

Dropbox

Il meccanismo di sincronizzazione è semplice: se un file viene modificato o aggiunto, tutti gli altri utenti possono vederne il risultato poco dopo.

A distanza di 10 anni Dropbox è una multinazionale che vale 10 miliardi di dollari con 500 milioni di utenti attivi in tutto il mondo e otto milioni di aziende.

Pensare che Drew Houston ha avuto tanto coraggio, come quello di aver detto NO a Steve Jobs per acquisire Dropbox per 800 milioni di dollari, sfidando apertamente i giganti come Apple, Amazon, Google o Microsoft, che hanno lanciato il loro servizio di cloud storage.

WhatsApp chat