fbpx

Jeff Bezos è un imprenditore americano, fondatore e CEO di Amazon.com, una delle più grandi aziende di commercio elettronico, con sede a Seattle nello stato di Washington, Stati Uniti d’America.
Amazon è oramai un punto di riferimento per l’acquisto di ogni genere di oggetto, elettronico e non. Un vero motore di ricerca dello shopping online con milioni di articoli acquistabili con un click.
Secondo la rivista Forbes, Jeff è il terzo uomo più ricco almondo, con un patrimonio personale di circa 65,3 miliardi di dollari.

Gli inizi

Jeff Bezos (nome completo, Jeffrey Preston Bezos), nasce nel 1964 ad Albuquerque, Nuovo Messico. Bezos è nato da una madre adolescente, il cui matrimonio è durato poco più di un anno. Quando Jeff aveva quattro anni, la madre si risposò, questa volta con Miguel Bezos. Dopo il matrimonio, la famiglia si trasferì a Houston, Texas.

Dopo la laurea all’Università di Princeton nel 1986, Jeff Bezos iniziò poi a lavorare a Wall Street nel settore informatico. Successivamente lavora sulla costruzione di una rete per il commercio internazionale di una società conosciuta come Fitel e per una società finanziaria, la DE Shaw & Co.

La nascita di Amazon.com

Nel 1994 Bezos lascia il suo lavoro e nel suo garage fonda Amazon.com. All’inizio era solo una libreria online e contava già migliaia di libri. La prima settimana dopo il lancio ufficiale ricevettero ordini per 12.000 dollari e 14.000 dollari quella successiva. Nel giro di un mese dal lancio avevano venduto libri in tutti i cinquanta Stati e in quaranta nazioni estere.
Amazon.com entrò nel mercato azionario il 15 maggio 1997, sul NASDAQ con il simbolo AMZN con un prezzo iniziale di $18,00 per azione.
Vista la potenzialità del sito la gamma di prodotti venne estesa a DVD, CD musicali, software, prodotti elettronici, videogiochi, abbigliamento, mobili, cibo, giocattoli e molto altro ancora. Amazon venne estesa anche ad altri stati: Canada, Regno Unito, Germania, Australia, Francia, Italia, Spagna, Cina, Brasile, Messico, Giappone e India e spedisce i suoi prodotti in tutto il mondo.

I prodotti acquistati da Amazon sono di due tipi: venduti e spediti direttamente da Amazon oppure venduti da altri venditori con il marketplace.
I siti web che pubblicizzano prodotti venduti da Amazon guadagnano una commissione pubblicitaria che varia dall’1% al 10% del prezzo del prodotto (a seconda del tipo di prodotto) per ogni prodotto venduto che è stato raggiunto su Amazon tramite collegamento del sito pubblicizzante.

Amazon in Italia

Il 18 novembre inizia l’attività di Amazon in Italia. Il 1 febbraio 2011 apre il sito Amazon.it e a Castel San Giovanni venne inaugurato il primo centro di distribuzione in Italia. Il 2 dicembre 2011 ha ufficialmente lanciato in Italia l’ebook Kindle, insieme al Kindle Store. A inizio novembre 2015 Amazon avvia a Milano il servizio Prime Now, con consegna entro un’ora. A metà settembre 2016 viene lanciato il servizio Amazon Locker che permette di ritirare gli acquisti fatti sul sito presso i pick-up point automatici sparsi per tutto il territorio.

Altri progetti di Jeff Bezos

Bezos è stato uno dei primi investitori in Google, investendo 250 mila dollari nel 1998. Questo investimento gli ha permesso di avere 3,3 milioni di azioni Google.

Oltre allo strapotere di Amazon a livello mondiale Jeff Bezos decide di puntare sulla ricerca aerospaziale, fondando nel 2009 la società Blue Origin, con sede in Kent, Washington, dov’è situata l’area di ricerca e sviluppo. L’obiettivo principale della Blue Origin è puntare sullo sviluppo di concetti e tecnologie per supportare future operazioni di volo spaziale umano, lavorando in stretto contatto con la NASA, dalla quale ha ricevuto sovvenzioni per 25,7 milioni di dollari.

Il 6 agosto 2013 acquisisce per 250 milioni di dollari il quotidiano statunitense Washington Post. Per autorevolezza è considerato secondo solo al New York Times.

WhatsApp chat