fbpx

Tra i fattori che influenzano maggiormente la decisione di acquisto di un qualunque bene nel web, le strategie di spedizione giocano un ruolo fondamentale. Non a caso, le principali cause di abbandono del carrello risultano essere i costi di spedizioni troppo alti.

Strategie di spedizione

Immaginiamo che un cliente visita il nostro sito di e-commerce e sia interessato a un nostro prodotto dal prezzo interessante, tanto da decidere di proseguire con l’acquisto. Dopo averlo inserito nel carrello passa alla fase successiva per concludere l’ordine. Ed è qui che trova la sorpresa perché scopre che l’importo totale da pagare, oltre al prezzo del prodotto, sono presenti anche le spese di spedizione. Improvvisamente, un prodotto che pensava di aver trovato a un prezzo giusto diventa più costoso, influenzandolo negativamente la scelta di concludere l’ordine, portando così all’abbandono del carrello.

Per evitare di dare sgradevoli sorprese ai clienti, alcuni consigli per migliorare le strategie di spedizione e convertire i tassi di abbandono del carrello in ordini, generando maggiori vendite per la tua e-commerce.

SPEDIZIONE GRATUITA

Quella di offrire spedizioni gratuite dei prodotti acquistati è tra le strategie più efficaci, sfruttabile in diverse modalità.

Spese di spedizione sempre gratuite

Le spese di spedizione sono gratuite per qualunque prodotto e senza alcun tipo di limitazione. In questo caso il principale problema sono i costi da sostenere, ma se i numeri lo permetto, sono un ottimo driver. Per contro riduce la possibilità di lavorare con offerte che facciano leva sulla temporanea gratuità delle spedizione, specie nei momenti clou dell’anno dove ci sono più ordini (Natale, San Valentino, ecc…). Esempi online: Freshfarm.it e Bodyfood.it.

Spese di spedizione gratuite per gli iscritti a un programma

Le spese di spedizione sono gratuite se l’utente è iscritto a una pacchetto “premium” del sito, dove in genere si paga una quota fissa che può essere semestrale o annuale, diventando quindi una valida opportunità di fidelizzazione per i frequent buyer o aspiranti tali. Un esempio su tutti Amazon con il suo servizio Amazon Prime).

Spese di spedizione gratuite con un minimo d’ordine

Questa modalità è molto diffusa dove non appena l’utente raggiunge la cifra minima di scontrino beneficia delle spese di spedizione gratuite, invogliando così ad acquistare di più (come ad esempio VitaminCenter).

Spese di spedizione gratuite per il ritiro in negozio

Il ritiro presso un P.O.P. (Point Of Presence) permette di risparmiare sulle spese di spedizione, ma necessità di una presenza capillare sul territorio perché verrà utilizzata solo dalle persone che risiedono nelle vicinanze del negozio. Anche per questa ragione viene spesso utilizzata dalle grandi catene come ad esempio la Decathlon.

Spese di spedizione gratuite per il reso

Per legge le spese di spedizione per il reso sono a carico del cliente. In questo caso il merchant decide di accollarsi le spese per il rientro della merce in caso di recesso. Questa strategia viene utilizzata da siti come Zalando, facendo leva sulle preoccupazioni di quei clienti che sono restii ad acquistare prodotti di abbigliamento online per paura di sbagliare la taglia.

Spese di spedizione gratuite per un tempo limitato

La più classica delle promozioni che fa leva sul meccanismo persuasivo della scarsità: è possibile beneficiare delle spese di spedizione gratuite solo per chi acquista nel periodo indicato, spesso utilizzato in prossimità delle feste più importanti, dopodiché torneranno al loro costo standard.

DIVERSE OPZIONI SULLA CONSEGNA

Una strategia per diminuire i tassi di abbandono del carrello è quella di implementare nella fase finale dell’ordine un’ampia scelta di opzioni sulla consegna. Tale strategia, può aiutarti a conquistare una maggiore fiducia da parte dei tuoi clienti. Tra le opzioni più diffuse abbimo:

  • Offrire diversi tipi di spedizionieri;
  • Implementare la consegna express, per chi vuole avere il suo prodotto in tempi più celeri rispetto alla consegna standard;
  • Consegna al piano;
  • Possibilità di concordare l’ora della consegna.

Queste sono tutte opzioni utili a garantire un servizio migliore al cliente e influenzarlo positivamente nel concludere l’ordine.

WhatsApp chat