fbpx

Vuoi aprire un sito di e-commerce a basso costo iniziale? Scopri vantaggi e svantaggi del dropshipping per l’e-commerce, secondo Studio Consulenti Online.

Dopo aver analizzato negli scorsi articoli cos’è il droppshipping e come avviare un sito di e-commerce in droppshipping, ora vogliamo entrare nel dettaglio dei pro e dei contro di questa attività di business.

 

Pensato per chiunque voglia avviare un commercio sul web senza particolari investimenti iniziali, il dropshipping si basa sulla sinergia di tre importanti figure: il produttore fornisce la merce all’imprenditore del sito di e-commerce, che a sua volta vende la merce al consumatore finale in rete. Grazie a questo modello di vendita digitale, tutti hanno modo di guadagnarci perché:

  • chi produce si dedica solo alle fasi di realizzazione e spedizione della merce, senza doversi occupare della pubblicizzazione sul web;
  • chi vende deve occuparsi delle attività di marketing, per attirare i clienti e ottenere importanti vendite;
  • chi acquista ha ampia scelta di acquisto a prezzi vantaggiosi, con la possibilità di confrontarli con l’immensa rete di internet.

Analizziamo ora quelli che sono i vantaggio e svantaggi del dropshipping.

Vantaggi del dropshipping

  • Zero capitali iniziali per avviare l’attività: l’unico investimento che bisogna sostenere è quello relativo all’apertura e la gestione del sito di e-commerce. Non hai alcuna giacenza di cui occuparti e, quando viene effettuato un ordine, non devi anticipare del denaro per acquistare la merce al fornitore, perché l’utente ti ha già pagato.
  • Possibilità di gestire l’attività di business ovunque: non hai bisogno di acquistare o affittare un magazzino o un’area commerciale, puoi gestire il tutto comodamente da casa tua. L’unica cosa che serve è avere un computer o portatile e una buona connessione a internet, per la gestione del sito web e monitorare le richieste dei clienti.
  • Possibilità di vendita infinite: in base al numero di accordi che stipuli con i diversi dropshipper, puoi vendere qualunque genere di prodotto e di qualsiasi marca. Non avendo merce a magazzino, ognuno è libero di proporre sul proprio sito qualsiasi cosa. Puoi scegliere di vendere a livello italiano o perché no, di estendere la propria attività a livello internazionale.
  • Possibilità di acquisto infinite: così come nella vendita puoi scegliere sia dropshipper nazionali che internazionali. Se i fornitori italiani hanno prezzi poco concorrenziali e vuoi aumentare i margini di guadagno, puntare su fornitori esteri potrebbe essere la soluzione, prestando comunque molta attenzione alla qualità della merce.
  • Foto e descrittivi già presenti: un altro vantaggio del dropshipping è dato dal fatto che le referenze che si vogliono inserire sul proprio sito sono, per la maggior parte dei casi, già comprese di immagine e descrittivo, evitando quindi di perdere tempo nel reperire le informazioni per rendere la referenza appetibile per i potenziali clienti.
  • Integrazione con i marketplace: i prodotti venduti sul sito possono essere inseriti anche nei più famosi marketplace come Amazon ed Ebay, con un incremento degli ordini in pochi click.
  • Integrazione in sito e-commerce preesistente: questa attività di business può essere sfruttata non solo per chi inizia da zero, ma anche per ampliare il catalogo di siti di e-commerce già avviati, per dare più scelta di acquisto al cliente con il minimo sforzo.

Svantaggi del dropshipping

  • Alta concorrenza: più il dropshipper è conosciuto, più alto saranno gli imprenditori che mettono in vendita la tua stessa merce. In questo caso le soluzioni possono essere diverse: puntare ad abbassare il prezzo, al costo di un minor margine di guadagno, oppure fare del buon brand reputation, attraverso campagne di marketing mirate, una buona assistenza clienti pre e post vendita e un sito internet veloce ed efficace, al fine di fidelizzare il cliente.
  • Guadagno effettivo basso: acquistare direttamente stock di grandi quantità di prodotti, ti darà diritto sicuramente a un prezzo unitario più basso, e di conseguenza un maggior margine a fine vendita. Questa merce poi deve essere tenuta in un luogo opportuno e bisogna provvedere personalmente alle attività di imballaggio e spedizione. Nel dropshipping questo investimento di tempo e denaro se li accolla il fornitore, con un rincaro sui prodotti venduti.
    I margini di guadagno di chi vende sul web con il dropshipping saranno più bassi, ma si evitano sia i grossi investimenti iniziali che le attività di imballaggio e spedizione.
  • Disponibilità dei fornitori: la giacenza dei prodotti in dropshipping non è personale, ma condivisa con altri negozi virtuali, dove il rischio è di vedere i prodotti caricati non disponibili perché venduti da altri e quindi terminati.

Abbiamo analizzato vantaggi e svantaggi di questo modello di vendita digitale, molto diffuso all’esterno, ma in rapido sviluppo anche in Italia.

Può essere vantaggioso anche affidarsi a fornitori non di “massa” o i grossisti, ma trovarne uno con il quale instaurare una partnership e ottenere la vendita esclusiva dei suoi prodotti sul sito web. Ci sono tante realtà retail (produttori, grossisti o negozi) che hanno necessità di aumentare le vendite e far ruotare i loro prodotti in magazzino ma non sono presenti su internet.

Vuoi avviare un’attività di e-commerce in dropshipping e affidarti alla consulenza di un team esperto nel settore? Sei nel posto giusto!

Hai bisogno di assistenza o il parere di un professionista per le tue attività sul web? Contattami per una consulenza gratuita al numero 0141-094463 o compila il form sottostante.

Compila il modulo sottostante: sarò lieto di dare risposta ai tuoi quesiti al più presto possibile.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Con l’invio del presente modulo si acconsente al trattamento dei dati unicamente per la richiesta in oggetto secondo le condizioni espresse nella pagina d’ informativa sulla privacy

Rispondi al seguente quesito:

WhatsApp chat